Matera, sculture sfregiate: non c’è pace per «Anna» e «Caterina»